Dernière mise à jour

Docce Anali

Docce anali e clisteri.

L’esperienza del sesso anale, sia eterosessuale che omosessuale, è qualcosa che dipende dalla volontà e dal desiderio di sperimentare e provare cose nuove. Anche se è stato demonizzato per secoli, non vi è nulla di sbagliato nel praticarlo, se c’è consensualità tra i partner e ognuno deve sentirsi libero di provare ciò che più lo attrae senza troppe ipocrisie. A molti, sia uomini che donne, anche non in coppia, piace anche l’autoerotismo anale che è divenuto più sicuro anche grazie all’avvento di molti sex toys come il massaggiatore prostatico per gli uomini, o il dildo anale, le palline anali e il vibratore anale, utilizzabili da entrambi i sessi e a prescindere dal proprio orientamento sessuale. Ciò non toglie quella che è la funzione primaria dell’orifizio in questione, ovvero l’evacuazione delle feci che si formano nell’intestino crasso, dove avviene il processo finale della digestione. La pulizia anale ricopre dunque un’importanza fondamentale e un semplice bidet non è sufficiente e quindi, per fare una corretta pulizia del retto, è necessario affidarsi alla doccia anale o a un clistere.

Cosa sono il lavaggio anale e il l’enteroclisma?

Anche se i due termini possono sembrare simili, c’è una sostanziale differenza tra le due cose, anche se entrambe le procedure servono per la pulizia dell’ano. La prima, infatti, va intesa più come una lavanda anale che serve a rimuovere i residui di escrementi che rimangono nell’ano dopo la defecazione. Fare questo tipo di pulizia è semplice e veloce ed è un’abitudine che si può prendere senza correre alcun tipo di pericolo per la salute. Il secondo, probabilmente più conosciuto con il nome di clistere, serve ugualmente a prepararsi al sesso anale ma, allo stesso tempo, stimola l’evacuazione e presenta qualche rischio in più, tanto che ne viene sconsigliato l’uso frequente per motivi che capirete procedendo con la lettura.

Sistema di doccia e clisteri butt buddy.

Tipologie di lavaggi anali

La pulizia anale fai da te richiede un minimo di conoscenza dei diversi criteri che si possono usare, sia che sia sufficiente una pulizia veloce o nel caso in cui si senta l’esigenza di fare un clistere anale. Di conseguenza, si può scegliere tra diverse tipologie e le più conosciute e utilizzate sono:

  • Peretta anale: è il dispositivo più semplice da usare formato da un’ampolla di gomma in cui viene inserito il liquido e che permette, dopo una leggera compressione, di irrigare l’ano attraverso una cannula posta nella parte superiore.
  • Sacchetti per clistere: si tratta, in termini pratici, di un sacchetto simile a una borsa per l’acqua calda fornito di un tubo ed un ugello per l’inserimento. Il vantaggio, rispetto alla peretta, è che la quantità di liquido nella borsa è maggiore e quindi non è necessario riempirla continuamente.
  • Doccino anale: è un dispositivo che va a rimpiazzare il soffione che si usa solitamente e che va collegato direttamente al tubo flessibile della doccia. La forma allungata è studiata appositamente per penetrare l’ano e presenta, nella parte apicale, dei piccoli fori che consentono la fuoriuscita dell’acqua, facendo però attenzione alla pressione che si applica.
  • Clistere anale preconfezionato: viene utilizzato per favorire l’evacuazione e contiene già all’interno dell’ampolla dei liquidi specifici che, nella maggior parte dei casi, sono date da soluzione salina, sale di Epsom, sodio fosfato, aceto di sidro di mele o detergenti specifici.
Aqua shot docce clistere sistema di pulizia.

Come si usano le lavande anali?

Specialmente per le coppie che non hanno necessità di usare il preservativo, la preparazione al rapporto anale richiede un po’ di attenzione e vi sono delle semplici ma importanti indicazioni da seguire affinché la pratica abbia successo senza troppi fastidi.

  • Lavare e disinfettare il dispositivo e le mani prima dell’utilizzo.
  • Applicare un lubrificante sia sull’ugello che sull’ano.
  • Rilassarsi quanto più possibile e trovare la posizione più comoda a seconda del dispositivo utilizzato. Generalmente le più adatte sono sdraiarsi su un fianco, stendersi supini con le gambe piegate verso l’addome o inginocchiati.
  • Iniziare l’inserimento lentamente e delicatamente procedendo un po’ per volta e fermandosi immediatamente nel caso di fastidio o dolore. Se le prime volte incutono un po’ di timore, per facilitare l’inserimento, si può utilizzare un plug anale ben lubrificato per favorire l’allargamento dell’orifizio.
  • Spremere l’ampolla con il liquido (o aprire l’acqua, se si utilizza la doccetta), che deve essere a temperatura corporea, e rimuovere l’ugello.
  • Trattenere il liquido il più a lungo possibile stringendo gli anelli muscolari del retto.
  • Sedersi sulla toilette ed espellere il liquido.
  • Ripetere l’operazione fino a quando il liquido non sarà privo di residui e sarà pulito.
Colt anali docce clistere preparazione kit principiante dual tips.

Come pulire e conservare le docce anali?

Dopo aver fatto il clistere per sesso anale è necessario lavare il dispositivo utilizzato in modo corretto. Essendo l’ano un ricettacolo di batteri, la pulizia deve essere accurata e va effettuata con acqua calda e sapone ed è consigliabile usare un piccolo scovolino per pulire bene anche la parte interna dell’ugello. Una volta asciugato, si può disinfettare con un prodotto specifico o una salvietta igienizzante umidificata e riporlo in un luogo fresco e asciutto. Dove possibile, è buona abitudine usare, per l’utilizzo successivo, cannule o ugelli sterili e monouso.

Vantaggi e svantaggi della lavanda rettale

È evidente che per praticare sesso anale, pulizia e cura di sé sono un atto dovuto non solo per sentirsi a proprio agio ed evitare situazioni imbarazzanti ma è anche una forma di rispetto per il partner e questo è sicuramente uno dei vantaggi offerti da questo tipo di prodotti. Essi, infatti, assicurano l’igiene, hanno una funzione disintossicante e aiutano a fare un sesso anale “pulito”. Tuttavia, è importante ricordare che, specialmente nel caso dei clisteri per evacuazione, questa pratica non deve diventare abituale e sarebbe meglio non farla più di due o tre volte al mese, anche per non farla diventare una sorta di dipendenza o l’unico modo di evacuare. La pulizia più veloce può essere praticata anche più spesso ma questo dipende anche dalla frequenza dei rapporti anali. L’uso del lubrificante è fortemente consigliato perché, anche se non si usano strumenti di penetrazione particolarmente grandi, si possono causare lesioni o perforazioni interne. Altro motivo per cui non bisogna esagerare con il clistere prima del sesso anale è il pericolo di disidratazione della zona, anche se può sembrare strano, dato che vengono irrorati dei liquidi e la possibilità di un aumentato rischio di infezioni, causato dal fatto che l’effetto dei fluidi naturali che proteggono la zona, potrebbero venire diminuiti o annullati completamente con un uso continuato.

Clistere docce di metallo.

Conclusione

Il sesso anale è decisamente reso più abbordabile e più sicuro dalle lavande anali e preparano, senza dubbio, ad una piacevole esperienza. Non si deve pensare alla presenza di residui fecali come a un problema insormontabile perché fanno comunque parte del normale ritmo fisiologico dell’organismo e sono una cosa completamente naturale. Per darvi un consiglio in più, in previsione di rapporti anali, anche l’alimentazione ricopre un ruolo essenziale quindi, nelle ore o nei giorni precedenti è buona abitudine bere molto e non assumere cibi troppo ricchi di fibre, che aumentano la possibilità di deposito di residui. Quindi rilassatevi, create la giusta atmosfera e godetevi momenti di grande, incommensurabile piacere!

FAQ
Come pulire l’ano internamente?
Per preparare la zona rettale si possono usare lavande e doccette anali di vario tipo che, sia con acqua che con altri preparati specifici, puliscono l’interno dell’orifizio eliminando tutti i residui di feci o, se si utilizzano clisteri per l’evacuazione, evita spiacevoli fuoriuscite durante l’attività sessuale.
Cosa usare al posto del clistere?
Se, a seconda del tipo di rapporto che si vuole avere, non è necessario lo svuotamento dell’intestino con un clistere, si può fare una pulizia dell’ano con una semplice peretta o un’apposita siringa con acqua naturale a temperatura corporea, soluzione fisiologica o altri preparati specifici.
Come prepararsi per il sesso anale?
Oltre al normale uso dei lubrificanti per la penetrazione, fare una doccia anale o una lavanda è uno dei modi per avere l’area pulita. Sul mercato vi sono tanti diversi tipi, semplici e comodi da usare che facilitano questa operazione e che rendono il rapporto più facile ma anche più sicuro e igienico.
Come fare una doccia anale?
Vi sono molte diverse tipologie di prodotto e tutto dipende da quella che viene scelta. Ogni tipo di dispositivo è comunque accompagnato da un foglietto illustrativo che fornisce indicazioni sul modo di utilizzo, le quantità e le tipologie di liquido da utilizzare nonché sulla pulizia e la conservazione prima e dopo l’utilizzo.

Tags: sextoy couple, fleshlight pornstar, lesbienne debutante, accessoire sado maso, plug anal femme, développeur de pénis, massaggiatore prostatico, plug anaux, vibro dans la culotte, stimulateur anal

Votre commentaire
Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *